Ara sa terra, massaju, ca est ora de arare...



mercoledì 10 dicembre 2008

Il costo della carne

Qualche numero per chiarire la ragione prima per cui vale la pena se non essere vegetariani o vegani, ridurre il consumo di carne in modo drastico.


Sul New Scientist apparve tempo fa un commento ad un articolo pubblicato su "Animal Science Journal" (numero 78, pag 424-432 2007).
Nell' Articolo un gruppo di ricercatori analizza in dettaglio quanto costa produrre un chilo di carne bovina . Ho scaricato e letto l' articolo (scrivetemi e ve lo spedisco via posta nel caso).

Il punto centrale e' riassunto nelle righe qui sotto

"It is showed that producing a kilogram of beef leads to the emission of greenhouse gases with a warming potential equivalent to 36.4 kilograms of carbon dioxide. It also releases fertilising compounds equivalent to 340 grams of sulphur dioxide and 59 grams of phosphate, and consumes 169 megajoules of energy. In other words, a kilogram of beef is responsible for the equivalent of the amount of CO2 emitted by the average European car every 250 kilometres, and burns enough energy to light a 100-watt bulb for nearly 20 days. "

E ancora

"The present results showed that the total contributions of one beef calf
throughout its life cycle to global warming, acidification, eutrophication and energy consumption were 4550 kg of CO2 equivalents, 40.1 kg of SO2 equivalents, 7.0 kg of phosphate (PO4) equivalents and 16.1 GJ, respectively."

Lo stile di vita dell' uomo occidentale medio e' ufficio-auto-divano-televisione-letto. La natura e' un vago ricordo. Lo sforzo fisico relegato (quando c'e') alla palestra e al finto muovere di pesi e carrucole. E' per me un sommo spreco sacrificare risorse per fornire energia pregiata a delle macchine/uomo che magari non vanno piu' manco a piedi al lavoro.
Una volta qualcuno (non ricordo la fonte) disse a proposito del petrolio che usarlo per alimentare le automobili e' come bruciare mobili Luigi XIV per scaldarsi.
Credo che una simile immagine possa essere trasferita all' uso delle pregiate proteine animali per alimentare la macchina-uomo.
Ogni cosa ha un prezzo. Dimenticarsi di quanto valgano realmente le cose o peggio farne pagare ad altri il prezzo e' l'essenza del sistema in cui viviamo. Un sistema che a me non piace.

3 commenti:

edoardorub ha detto...

ti rode eh questo argomento? ti ripeto, che cosa te ne frega di risparmiare energia dal mangiare la carne. ce ne sono di cose per cui potresti incazzare a ragione: ad esempio le migliaia di merendine, biscottini, patatine fritte e rifritte, per non contare i beveroni da palestra, le barrette energetiche e tutti questi integratori del cazzo. per produrre questa mondezza non se ne spreca energia? io preferisco rinunciare a queste cose piuttosto che ad una bistecca, soprattutto perchè mi piace. hai ragione che viviamo nell'agio, in cui tendiamo all'ozio, al non muoverci, al stare rinchiusi in casa...però devi tenere presente che la tua è una forma di discriminazione nei confronti di chi sceglie di fare questo stile di vita. non a tutti piace andare a correre, a fare una camminata in mezzo alla natura, ecc. Oltretutto sai bene che molti non se lo possono permettere: non tutti lavorano in ufficio, non tutti lavorano sotto casa, c'è chi fa più lavori per tenere la famiglia, c'è chi esce da casa alle 5 del mattino per tornare la sera. devi prendere atto del fatto che esistono tante realtà. Ti capisco quando ti infervori perchè assisti impotente a tutta una serie di ingiustizie, ma l'odio verso determinate categorie di persone non ti porta da nessuna parte. e da medico ti dico che, sebbene sia MOLTO meglio fare come dici tu, va bene anche che la gente consumi i tapis roulants delle palestre, perchè, per poco che sia, è sempre meglio di niente. gli obesi costano al sistema sanitario per mille motivi: ipertensione, ipercolesterolemia, cardiopatie, diabete, ecc...altro che 1 kg di carne. quindi il messaggio che ti voglio dare è concentrarsi sull'evitare gli sprechi in generale, fare una dieta varia ed adeguata ai nostri consumi energetici e fare sport(in casa o fuori casa è indifferente)

Beppe ha detto...

Edoardo,
ma comunque, non pensi che sarebbe meglio mangiare la carne magari, non so, una o due volte la settimana al massimo, invece che praticamente tutti i giorni come fanno moltissimi?

edoardorub ha detto...

scusa beppe solo ora ho visto la domanda...ti dico già che non sono un dietologo,e porgo il fianco per eventuali critiche, però mi sembra di aver sentito da un famoso dietologo che sia sconsigliato mangiare per più di due volte la settimana lo stesso tipo di carne e non mangiare la carne tutti i giorni. infatti lo stesso dietologo suggeriva una dieta impostata in modo tale da mangiare un giorno carne rossa, un giorno pesce, un giorna carne bianca, un giorno uova e giustamente, come ribadisce il mio buon cugino, ci sono anche le proteine vegetali da inserire in queste rotazioni. il problema di questa dieta così varia sta nel fatto che è troppo costosa e la popolazione media non se la può permettere nel lungo periodo. così diventa più semplice e meno dispendioso mangiare più volte alla settimana l'hamburger di mc donald....è sempre un problema di soldi...